Stai cercando norme per

Procedimento: Autorizzazione agli scarichi idrici

Comune di Trezzo sull'Adda

Regolamento del servizio idrico integrato

Comune di Terracina

Attivazione delle entrate proprie ai sensi dell'art. 251 D.Lgs 267/2000 Integrazione della deliberazione n. 484 del 18.10.2011
Attivazione delle entrate proprie ai sensi dell'art.251 D.Lgs. 267/2000 Settore Trasporti, Ecologia e Ambiente, Parchi e Verde Pubblico , Canile , Tutela Animali

Comune di Calenzano

Regolamento comunale degli scarichi di acque reflue domestiche in aree non servite da pubblica fognatura.

Regione Lazio

Adozione del documento concernente "Caratteristiche tecniche degli impianti di fitodepurazione, degli impianti a servizio di installazioni, di insediamenti ed edifici isolati minori di 50 abitanti equivalenti e degli impianti per il trattamento dei reflui di agglomerati minori di 2.000 abitanti equivalenti".

Regione Toscana

Regolamento di attuazione della legge regionale 31 maggio 2006, n. 20 “Norme per la tutela delle acque dall'inquinamento”.
Norme per la tutela delle acque dall'inquinamento.

Regione Emilia Romagna

Linee guida di indirizzo per la gestione acque meteoriche di dilavamento e acque di prima pioggia in attuazione della deliberazione G.R. n. 286 del 14/2/2005.
Direttiva concernente indirizzi per la gestione delle acque di prima pioggia e di lavaggio da aree esterne (art. 39, DLgs 11 maggio 1999, n. 152).
Integrazione e rettifiche alla deliberazione 9/6/2003, n. 1053 "Direttiva concernente indirizzi per l'applicazione del DLgs 11/5/1999, n. 152 e successive modifiche, recante disposizioni in materia di tutela delle acque e dell'inquinamento".
Direttiva concernente indirizzi per l'applicazione del DLgs 11 maggio 1999, n. 152 come modificato dal DLgs 18 agosto 2000, n. 258 recante disposizioni in materia di tutela delle acque dall'inquinamento.

Regione Lombardia

Norme tecniche regionali in materia di trattamento degli scarichi di acque reflue in attuazione dell'articolo 3, comma 1 del regolamento reg. 2006, n. 3
Approvazione del Programma di tutela e uso delle acque, ai sensi dell'articolo 44 del d.lgs. 152/99 e dell'articolo 55, comma 19 della l.r. 26/2003
Disciplina dell’uso delle acque superficiali e sotterranee, dell'utilizzo delle acque a uso domestico, del risparmio idrico e del riutilizzo dell’acqua in attuazione dell'articolo 52, comma 1, lettera c) della legge regionale 12 dicembre 2003, n. 26
Atto di indirizzo per la politica di uso e tutela delle acque della Regione Lombardia _ Linee strategiche per un utilizzo razionale, consapevole e sostenibile della risorsa idrica
Disciplina dei servizi locali di interesse economico generale. Norme in materia di gestione dei rifiuti, di energia, di utilizzo del sottosuolo e di risorse idriche
Individuazione delle categorie di insediamenti da assoggettare alla disciplina del terzo comma dell'Art 20 della Legge Regionale 27 maggio 1985, n. 62, per quanto concerne lo smaltimento delle acque di prima pioggia e di dilavamento delle superfici (LR 27 maggio 1985, n. 62, Art 37, primo comma).
Disciplina degli scarichi degli insediamenti civili e delle pubbliche fognature - Tutela delle acque sotterranee dall’inquinamento

Autorità di bacino del fiume Po

Adozione del Piano di Gestione del Distretto idrografico del bacino del fiume Po in adempimento delle disposizioni comunitarie di cui all'art. 13 della Direttiva CE 23 ottobre 2000, n. 60 ai sensi dell'art. l comma 3bis del D. L. 30 dicembre 2008, n. 208, convertito in legge 27 febbraio 2009, n. 13.

Presidenza della Repubblica

Regolamento per la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle imprese, a norma dell'articolo 49, comma 4-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122.

Stato Italiano

Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio

Regolamento recante norme tecniche per il riutilizzo delle acque reflue in attuazione dell’articolo 26, comma 2, del decreto legislativo 11 maggio 1999, n. 152.

Corte di cassazione

Acque. Differenza tra acque reflue domestiche ed industriali.
Le acque reflue degli studi odontoiatrico privati ritentano nel novero delle acque reflue industriali in quanto provenienti da attività di prestazione di servizi che ne rendono impossibile l'equiparazione con le acque reflue domestiche anche in ragione dell'utilizzazione, nelle attività terapeutiche, di sostanze, quali anestetici e farmaci, estranee alla vita domestica.

Unione europea

Direttiva comunitaria concernente il trattamento delle acque reflue urbane