Sentenza (Corte di cassazione) 17-01-2013, n. 2340

urn:nir:corte.cassazione:sentenza:2013-01-17;2340
Le acque reflue degli studi odontoiatrico privati ritentano nel novero delle acque reflue industriali in quanto provenienti da attività di prestazione di servizi che ne rendono impossibile l'equiparazione con le acque reflue domestiche anche in ragione dell'utilizzazione, nelle attività terapeutiche, di sostanze, quali anestetici e farmaci, estranee alla vita domestica.


Consulta il testo della norma

Procedimenti
Allegati