Decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 – Articolo 71, comma 6, lettera c) – Quesito in materia di requisiti professionali per il commercio di prodotti alimentari e per la somministrazione di alimenti e bevande – Diploma di Ragioneria e Perito commerciale, Laurea in Scienze Economiche e Bancarie
Decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 – Articolo 71, comma 6, lettera c) – Quesito in materia di requisiti professionali per il commercio di prodotti alimentari e per la somministrazione di alimenti e bevande – Laurea magistrale in Economia e Commercio con indirizzo Economia Aziendale
Decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 – Quesito in materia di requisiti professionali per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande in
caso di società
Decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 - Articolo 71, comma 6, lettera b) - Quesito in merito alla qualificazione professionale per l’esercizio dell’attività di commercio di prodotti alimentari e di somministrazione di alimenti e bevande – Dipendente presso ditta artigianale con qualifica di fornaio
Decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 – Articolo 71, comma 6, lettera c) – Quesito in materia di requisiti professionali per il commercio di prodotti alimentari e per la somministrazione di alimenti e bevande – Diploma sperimentale dell’ordine tecnico – Programmatori Prog. Mercurio
Decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 – Articolo 71, comma 6, lettera c) – Quesito in materia di requisiti professionali per il commercio di prodotti alimentari e per la somministrazione di alimenti e bevande – Diploma di Ragioniere e Perito commerciale, Laurea in Economia e Commercio, indirizzo Economia Aziendale
Risoluzione in merito alla vendita al dettaglio da parte dei produttori agricoli
La realizzazione di vasche per allevamento ittico, mediante escavazione del terreno, è soggetta al permesso di costruire.
Complesso alberghiero e mutamento di destinazione d'uso in zona già urbanizzata.
In tema di tutela dei prodotti alimentari, la valutazione in ordine alla responsabilità connessa al rispetto dei requisiti igienico sanitari dei medesimi va effettuata, nelle ipotesi di enti articolati in più unità territoriali autonome, con riferimento alla singola struttura aziendale, e, al suo interno, al preposto ad essa o ad un singolo suo settore, senza necessità della prova specifica di una delega ad hoc conferita a detto preposto da parte del legale rappresentante dell'ente.
Le edicole pagano l'imposta di pubblicità - nessuna esenzione.
Sentenza sull'obbligo di possesso del registro di carico e scarico per la vendita di cose antiche e usate.
Sentenza in merito all'accesso civico e accesso agli atti negli appalti.
La sentenza ritiene che nella DIA l’obbligo di pagamento degli oneri di urbanizzazione sorge sin dalla presentazione della denuncia e, pertanto, la quantificazione del relativo debito deve conformarsi alle tariffe vigenti a tale momento, senza che possano assumere rilevanza (ai fini di un eventuale conguaglio) le tariffe approvate nelle more della scadenza del termine assegnato al comune per l’esercizio del potere inibitorio.
Quesito di alcuni problemi applicativi dell'articolo 17-bis della Legge 7 agosto 1990 n. 241 introdotto dall'articolo 3 della Legge 7 agosto 2015 n. 124.
Sentenza che sancisce che non è necessario una autorizzazione amministrativa per costruire un campo di calcetto.
Differenze tra attività di fisioterapista e fisiatra.
Schema di regolamento ministeriale recante disciplina del gioco del bingo con partecipazione a distanza.
Sentenza che equipara la somministrazione nei pubblici esercizi e nei circoli privati.
Sentenza che stabilisce che il bando di concorso indetto da un comune deve essere pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.